Corsi di sub: le precauzioni prima di iniziare

0
151
sub

Prima di iniziare a frequentareAi??un corso da sub, A? opportuno tenere in considerazione una serie di precauzioni che vale la pena di adottare per evitare di farsi trovare impreparati e, soprattutto, per non correre rischi. L’associazione Life Academy che propone corsi sub a Udine, in questo articolo ci spiegherAi?? quali precauzioni prendere prima di cimentarsi in questo tipo di disciplina. Se A? vero che il fai da te A? da mettere al bando in qualsiasi caso, A? altrettanto vero che non tutti i corsi sono uguali: A? indispensabile, infatti, fare affidamento unicamente su istruttori preparati e altamente qualificati. Per esempio, spesso nei villaggi turistici delle localitAi?? in cui si va in vacanza vengono messi a disposizione corsi che non possono essere ritenuti adeguati: non si puA? pensare che nel giro di pochi giorni, o addirittura di poche ore, si acquisiscano tutte le competenze e le abilitAi?? di cui si ha bisogno per cimentarsi in unai??i??attivitAi?? che A? impegnativa non solo dal punto di vista fisico ma ancheAi??sul piano psicologico.

A? bene ricordare, inoltre, che i tempi di immersione e la profonditAi?? non sono fattori che possano essere sottovalutati: ciascunAi??brevettoAi??garantisce un livello differente. Le immersioni ricreative, per esempio, presuppongono la cosiddettaAi??curva di sicurezza, il che vuol dire che consentono di risalire senza che vi sia bisogno di affrontare le tappe di decompressione.

Per laAi??sicurezzaAi??delle immersioni, anche durante i corsi, il parametro piA? importante di cui occorre tener conto va individuato nellaAi??velocitAi?? di risalita. Non bisogna mai dimenticare che, nella fase in cui si risale verso la superficie, il nostro organismo si deve adattare alle variazioni di pressione, e pertanto richiede del tempo. La risalita non puA? essere troppo rapida, perchAi?? al corpo deve essere dato il tempo di cui necessita per eliminare lai??i??azoto, un gas inerte che A? presente nellai??i??aria che A? stata respirata e che nel corso dellai??i??immersione A? stato assimilato dai tessuti. Ovviamente tale eliminazione non puA? essere immediata, ma deve avvenire in modo graduale.

Chiaramente, prima di intraprendere un corso di questo tipo non si puA? fare a meno di controllare e tenere monitorate le proprieAi??condizioni di salute: A? richiesto un certificato medico, che perA? a volte viene compilato dai medici a cui ci si rivolge con troppa fretta. Ecco perchAi?? A? buona norma spiegare al dottore qual A? il motivo per il quale si ha bisogno di unAi??certificato medicoAi??per attivitAi?? sportiva: un conto A? averne bisogno per un torneo di pallavolo, e un conto A? averne bisogno per praticare immersioni subacquee.

Il corso da sub insegna il valore e lai??i??importanza delle attrezzature: ogni volta che si programma unai??i??immersione, a prescindere dalla sua profonditAi??, si deve verificare se esse sono affidabili ed efficienti. Infine, occorre ricordare di evitare diAi??prendere lai??i??aereoAi??nelle 24 ore successive a unai??i??immersione con bombola. In volo, infatti, si potrebbero verificare degli sbalzi di pressione ulteriori caratteristici della desaturazione, che rappresenta il momento in cui si elimina lai??i??azoto nel flusso ematico. Questi, dunque, sono gli accorgimenti da ricordare sempre, fermo restando che i rischi possono essere ridotti solo se si ha buon senso e si A?Ai??prudenti, senza voler oltrepassare eccessivamente i propri limiti.