Zaini Militari

0
424

Questo articolo si propone di evidenziare le caratteristiche dei moderni zaini militari e i criteri in base ai quali sono realizzati. Si deve innanzitutto distinguere tra gli zaini con capienza 30-40 litri e quelli 80-90 litri. I primi sono pensati per missioni medio-brevi, i secondi per missioni lunghe. Lo zaino 80 litri sarAi?? inoltre necessario in caso di ambienti a temperature rigide perchA? dovrAi?? contenere vari accessori non necessari in ambienti miti tra cui sacco a pelo di dimensioni maggiori, maglioni pesanti, pile, giacche termiche e in goretex. In ambienti molto caldi la dimensione maggiore dello zaino potrebbe essere giustificata dalla necessitAi?? di doversi portare dietro molta acqua.
Lo schienale dello zaino puA? essere anatomico o staccato e anche se quello staccato evita in parte lai??i??intensa sudorazione, per carichi pesanti A? da preferire quello anatomico perchA? piA? confortevole.
Gli spallaci sono larghi, imbottiti e regolabili in modo da garantire il massimo comfort e di adattarsi perfettamente alla corporatura del soldato. Negli zaini militari o da alpinista (con capienza 80-90 litri)si nota spesso una cinghia che puA? essere allacciata allai??i??altezza della cintura. Questa cinghia serve per distribuire il peso anche sul bacino oltre che a rendere lo zaino piA? stabile durante la marcia e deve essere anchai??i??essa abbastanza larga.
Un’altra caratteristica importante A? il coprizaino mimetico in materiale impermeabile che puA? essere incorporato o applicabile. Un alternativa al coprizaino A? quella di sigillare il materiale piA? delicato che non si deve bagnare in sacchetti di plastica.
Illustriamo adesso alcune caratteristiche che possono fare la differenza tra un ottimo zaino e uno discreto. Molti zaini sono accessibili solo dalla parte superiore e questo ne determina un tipico effetto ai???a pozzoai???, vale a dire che sta solamente alla nostra capacitAi?? di razionalizzare la disposizione interna degli oggetti per evitare di dover svuotare lo zaino per trovare qualcosa. Quindi si metteranno in fondo gli accessori piA? pesanti e di minore utilizzo e si terrAi?? bene in mente la disposizione dei vari oggetti. Per risolvere questo problema sono stati realizzati degli zaini accessibili anche dalla parte inferiore, in tal modo aprendo il fondo dello zaino si ha immediatamente accesso allo scomparto inferiore. Per gli zaini con capacitAi?? 30-40 litri A? stato inoltre pensato il sistema di apertura a conchiglia che ribaltandosi permette un immediato accesso a tutto il contenuto.
Gli zaini militari di ottima fattura si riconoscono poi dalla presenza di numerose tasche sia interne che esterne e cinghie e la predisposizione per trasportare attrezzi e armi. In alcuni modelli le tasche laterali si possono sganciare, in altri A? presente uno zainetto tattico anchai??i??esso sganciabile sul retro dello zaino o una tasca interna per i sistemi di idratazione camel back. Esistono poi gli zaini modulari che permettono di attaccare varie tasche aggiuntive (appositamente realizzate per contenere radio, gps, caricatori, mine, armi o altro) a secondo di quello che serve per mezzo di apposite fettucce.

Prendiamo in considerazione due zaini: quello attualmente in dotazione allai??i??esercito italiano e lai??i??eagle A3.
Lo zaino standard italiano A? uno zaino con schienale staccato e imbottiture lombari. Ha tre tasche esterne (una superiore e due laterali) e nessuna tasca interna. In compenso A? dotato di zainetto tattico sganciabile. A? uno zaino discreto con capienza 80-90 litri e ha il maggior difetto di avere poche tasche per i piccoli accessori.
Lai??i??eagle A3 A? uno zaino con apertura a conchiglia, capienza 40 litri, molto comodo, dotato di tasca interna per camel back e di altre tasche interne. Il nome viene dal fatto che A? stato pensato per missioni della durata di tre giorni. Lai??i??eagle A3 A? uno zaino particolarmente adatto a missioni di ricognizione brevi, dove un ingombrante zaino 90 litri risulterebbe fastidioso.