Torce elettriche professionali

0
471

Introduzione
Negli ultimi anni la tecnologia ha permesso di costruire lampadine sempre piA? performanti che a paritAi?? di consumo emettono un fascio di luce molto piA? intenso. Siamo passati dalle semplici lampadine a incandescenza a quelle alogene, arrivando poi a quelle al Kripton e, proprio di recente, a quelle allo Xenon. Il rendimento di queste lampadine non A? stata la sola cosa a variare nel Serie di torce Maglitetempo: cambia anche la purezza della luce: le lampadine alogene sono molto piA? bianche di quelle a incandescenza.

Se siete rimasti indietro alle torce comprate cinque o piA? anni or sono per pochi euro non riuscireste nemmeno a immaginare la ai???potenzaai??? di una moderna torcia professionale. Innanzitutto perA? A? meglio specificare che stiamo parlando di torce abbastanza costose, il loro prezzo arriva per un modello di media grandezza anche a 40 euro!

Maglite
Le due marche leader del settore presentano caratteristiche opposte: la prima, Maglite, produce torce il cui fascio ha unai??i??ampiezza regolabile. A? utilissima in ambienti aperti, soprattutto nel caso in cui si desideri illuminare un punto specifico molto distante dallai??i??osservatore. Viene venduta con in dotazione due lampadine al Kripton (quella di riserva A? inserita alla base del manico della torcia) ma per ottenere veramente il massimo A? consigliabile comprare la lampadina allo Xenon (dal costo indicativo di 8ai??i??). Lai??i??utilizzo di questa lampadina A? consigliabile in particolar modo con i modelli piA? corti di questa marca(2D o 4D),perchAi?? nel modello 6D si nota meno la differenza in lumen: la Maglite produce infatti diversi modelli di torcia, la cui misura A? espressa in funzione del numero di batterie utilizzate: 2, 3, 4, 5 o 6. A essere precisi, la Maglite produce due serie di torce: quelle grandi denominate 2D, 4D e 6D e quelle ai???miniai??? di immensa praticitAi??. La possibilitAi?? di concentrare il fascio, unito alla qualitAi?? costruttiva e alla lampadina al Kripton rende una torcia lunga pochi centimetri qualcosa di utilissimo, capace di illuminare anche a diversi metri di distanza.

Il piA? grande difetto di questa marca A? dovuto al fatto che il fascio di luce regolabile A? ottenuto attraverso lo slittamento della lampadina lungo lai??i??asse della torcia. Questo meccanismo, unito al fatto che gli specchi parabolici (che concentrano la luce nel fascio) sono fissi, produce unai??i??ampia ai???zona dai??i??ombraai??? proprio al centro della zona illuminata. Questa zona dai??i??ombraPortatorcia cambia di dimensione a seconda dellai??i??ampiezza del fascio e diventa quasi ignorabile quanto la luce A? molto concentrata, al contrario A? assai fastidiosa se si vuole illuminare una zona ampia. Questo rende la Maglite scomoda da utilizzare se si ha lai??i??altra mano impegnata o piA? in generale se ci si trova a brevi distanze dal soggetto da illuminare. Anche per questo si consiglia lai??i??acquisto della lampadina speciale allo Xenon, che risolve in gran parte il problema.Portatorcia

Per completare questa rassegna su questa marca di torce (storicamente la piA? nota e per lungo tempo la piA? utilizzata dai militari e dalla polizia di tutto il mondo) va detto che tutte le torce Maglite sono realizzate in alluminio lavorato con zigrinatura, hanno una lampadina di scorta nel coperchio posteriore, interruttore rientrato a tre posizione autopulente (acceso/spento/a pressione), fascio regolabile con un movimento del polso, anodizzazione (contro la ruggine), garanzia a vita e impermeabilizzazione. Con le nuove lampadine allo xenon la Mag lite produce 114 lumen di luminositAi??.


Si noti come cambia l’intensitAi?? della luce quando si stringe il fascio e il formarsi di una zona non illuminata al centro man mano che si allarga.


Surefire
La Surefire utilizza esclusivamente lampadine allo Xenon e batterie al Litio (le piA? potenti). Non cai??i??A? quindi da stupirsi se i prezzi sono altissimi rispetto a quelli praticati dalla Maglite e dalle altre ditte.
La caratteristica peculiare di questa torcia sta nel fatto che lai??i??ampiezza del fascio non A? regolabile in nessun modo. Questo permette di ottimizzare al meglio la forma dello specchio rispetto alla posizione della lampadina ottenendo cosAi?? un fascio di luce omogeneo molto intenso al centro che decresce gradatamente di intensitAi?? verso le zone piA? laterali. Per quanto si potrebbe essere portati a pensare che questo la renda inferiore e meno utile, basterAi?? provarla per abbandonare immediatamente questa concezione. Lai??i??intensitAi?? prodotta da una torcia di piccole dimensioni (circa 14 cm) basta a illuminare ai???a giornoai??? una zona distante 50m.

Il fascio fisso, a scapito di una minima perdita di potenza, garantisce quindi un vantaggio enorme in termini di praticitAi??. In ambienti chiusi non ha rivali, perfetta anche per andare a caccia o per usi militari. La surefire ha come peggior difetto il suo prezzo e il prezzo delle batterie che utilizza. Si va dai 40ai??i?? per modelli economici fino a 80ai??i?? per le torce standard arrivando addirittura a 400 ai??i?? per i modelli di punta. GiAi?? le batterie, non ricaricabili, da sole costano 8ai??i?? al paio.
Le torce Surefire producono un fascio di luce che va da 65 fino a 500 lumen, sono costruite in alluminio aerospaziale, resistono allai??i??acqua, alla corrosione e hanno il vetro in lexan o in Pyrex e sono resistenti agli urti.
Questo tipo di lampada A? molto utilizzata nel settore militare (basta leggere il nome ai???fuoco sicuroai??? o le frasi della sua pubblicitAi?? ai???When the difference between life and death can be counted in milliseconds and fractions of an inch, you need every advantage you can getai???) e presenta una vasta gamma di accessori specifici per quel tipo di ambiente tra cui anelli di attacco per i fucili, filtri a luce infrarossa (blocca tutta la luce tranne quella infrarossa, visibile solo ai visori notturni) e interruttore remoto.

In conclusione le due torce hanno allai??i??incirca lo stesso rapporto tra qualitAi?? e prezzo, e sono indicate per situazioni differenti.

Le seguenti foto sono state scattate tutte alla stessa distanza, le ultime due sono le piA? undicative. Si noti come la luce della surefire abbia un raggio di dimesione fissa ed emetta una luce molto bianca con un disegno particolarmente soffice.

MagliteMaglite
MagliteSurefire
Maglite e Surefire (a destra) a confrontoMaglite e Surefire (a destra) a confronto