Fucile Automatico AR 70/90

0
318

AR 70/90 – SC 70/90 – SCP 70/90

Il fucile standard in dotazione alla fanteria italiana A? il fucile dai??i??assalto AR 70/90, di produzione Pietro Beretta. Esistono tre versioni differenti di questo fucile: AR 70/90, SC 70/90, SCP 70/90. Lai??i??SC (Special Carabine) differisce dallai??i?? originale per la presenza del calcio ribaltabile ed A? in dotazione alle truppe speciali, lai??i??SCP (Special Carabine Paratrooper) ha la canna piA? corta di ottanta millimetri, non A? dotato di bipede e ha il tromboncino ad innesto invece che a vite (quindi rapidamente rimovibile prima del lancio), A? in dotazione agli alpini paracadutisti. Il fucile Beretta AR 70/90 A? un arma individuale a tiro teso a recupero di gas, calibro 5,56 x 45 mm NATO (National Atlantic Treaty Organization). La sigla sta a significare Assault Rifle 1970/1990, rispettivamente lai??i??anno in cui A? stato prodotto e lai??i??anno in cui A? stato adottato dallai??i??esercito italiano. La canna rigata A? a sei righe destrorse a passo elicoidale, per chi non lo sapesse la canna rigata conferisce una rotazione allai??i??ogiva (o proietto, la parte del proiettile che parte in avanti) che imprime una maggiore stabilitAi?? al tiro, inoltre se la canna A? piA? lunga la gittata A? maggiore perchAi?? si crea un maggiore avvitamento dellai??i??ogiva allai??i??interno della canna stessa. Il serbatoio/caricatore puA? contenere un massimo di 30 colpi, piA? ovviamente quello in canna, si possono utilizzare anche caricatori serie Colt. Questo fucile ha una gittata massima di 2500 metri ma presenta un tiro utile di 450 metri. La velocitAi?? iniziale dellai??i??ogiva (o proietto) A? di 940 m/s e la celeritAi?? di tiro A? di 680 colpi/minuto. Il peso dellai??i??arma A? di 4,3 Kg. Al fucile puA? essere attaccata la baionetta-pugnale.
Il selettore di tiro si puA? impostare su sicura, colpo singolo, raffica limitata (controllata) da 3 colpi, raffica libera. A? presente inoltre un selettore sulla canna per condizioni di utilizzo ottime o pessime, se si usa in condizioni avverse con presenza di fango, sabbia, acqua, questo selettore agisce su un meccanismo interno dellai??i??otturatore evitando in tal modo che il fucile si inceppi durante il funzionamento automatico.

Il manicotto (o poggiamano) A? realizzato in termoplastica in fibra di vetro in modo da alleggerire e non surriscaldare lai??i??arma. Oltre alla tacca di mira tradizionale, che si puA? selezionare per tiro a 200 metri o a 400 metri, A? presente la mira al trizio.
Lai??i??AR 70/90 si puA? smontare completamente in meno di un minuto senza lai??i??utilizzo di cacciaviti o attrezzi speciali. Questa caratteristica rende possibile una rapida risoluzione di problemi anche sul campo di battaglia. Per smontare questo fucile si svita prima di tutto il tromboncino spegnifiamma alla bocca della canna, si sgancia il bipede, si rimuove il manicotto (o poggia mano) esercitando una pressione verso lai??i??esterno, a questo punto di deve rimuovere lai??i??asta dai??i??armamento e la molla di recupero gas, comprimendo la molla e compiendo una rotazione in senso antiorario, si spinge verso lai??i??esterno il perno di bloccaggio situato nella parte posteriore del castello e si apre il fucile, accedendo cosi al meccanismo otturatore e percussore. Ulteriori smontaggi sono inutili e devono essere effettuati solo da tecnici specializzati.