Telecamere di sorveglianza con riconoscimento della persona

0
131
videocamere

I sistemi di sicurezza per la casa si sono evoluti in maniera incredibile negli ultimi anni. In particolare il settore della videosorveglianza. Le nuove telecamere interagiscono a distanza, via Internet e sono tremendamente efficaci nel riconoscere l’avvicinamento di un intruso. Se affiancate ad un antifurto per la casa riescono a proteggere abitazioni, negozi, magazzini, garage offrendo un’altissima precisione. Vediamo di scoprirne il funzionamento in questa guida ai modelli.

Le telecamere di videosorveglianza sono presenti da tantissimi anni. Ma solo negli ultimi tempi, grazie ad Internet, hanno fatto quel passo in avanti. Parliamo del controllo remoto. Si connettono al Wi-Fi di casa sfruttando la rete Internet e comunicano a distanza. Hanno integrato un sensore ad infrarossi che riconosce il passaggio di una persona grazie alla lettura a distanza del calore termico. Ogni essere umano emette calore (vedi termocamere), ciA? ci differenzia da un oggetto inanimato. In virtA? di questo principio le telecamere riescono a capire quando all’interno di una stanza passa una persona, distinguendola da un animale. Se per caso dovesse essere presente un cane, un gatto o all’esterno un uccello la telecamera riesce a fare questa differenziazione. Non ci saranno piA? falsi allarmi quindi dovuti al passaggio del nostro animale domestico preferito.

La portata dei sensori incorporati con le telecamere dipende dal modello montato. Possono arrivare anche a 30,50 m. Molto importante questo dato se istalliamo le camere all’esterno. In questo caso dovranno anche avere la protezione contro gli agenti atmosferici. All’ aperto un allarme perimetrale esterno puA? essere integrato per aumentare l’efficacia delle telecamere, ad esempio le barriere a raggi infrarossi oppure sensori volumetrici.

Come detto le telecamere si collegano alla rete Wi-Fi di casa attraverso un controller Wi-Fi presente nella stessa telecamera. Quando viene rilevato un intruso parte un segnale che attraverso Internet raggiunge il nostro telefono, smartphone o pc. In quel momento possiamo metterci in diretta, vedere quello che accade nella nostra casa, ruotare la telecamera se A? dotata di motore, fare zoom e addirittura ascoltare quello che accade grazie al microfono incorporato.

I prezzi dei modelli professionali partono da ai??i?? 300 in su, quelli medi si trovano a circa ai??i?? 100.
La differenza di prezzo la fa la bontAi?? del sensore, ovvero la definizione e la chiarezza delle immagini inviate dalle telecamere e anche la bontAi?? del sensore che si utilizza per il rilevamento.
Quelle in HD, dotate di sensore zero lux riescono ad inviare immagini nitide anche in assenza di luce, quindi in visione notturna. Sono inoltre dotate di sistemi antisabotaggio, antitampering e antistrappo. Possiamo programmarle, attraverso il linguaggio IFTT, internet delle cose.

CiA? ci permette di realizzare eventi collegati a quello che accade in casa. Ad esempio al passaggio di una persona che riconosciamo attraverso un software dedicato potremmo implementare l’apertura di un cancello, oppure l’accensione di una luce.

Insomma le cose da fare con le nuove telecamere sono tante. I video e le immagini possono essere salvate sulla memoria sd di cui sono dotate oppure conservate su video recorder, hd capienti in grado di stoccare ore e ore di video.

Quale A? il posto migliore per montare le telecamere

Il posto migliore A? nei punti di entrata principali. Questo significa portone principale, cancellata esterna, muri perimetrali, finestre esterne, balconi. Quando le tue telecamere sono ben posizionate, faranno una bella registrazione della faccia dell’intruso, ma se in bella vista, rappresenteranno anche un deterrente. CiA? significa che ci sono maggiori probabilitAi?? che le autoritAi?? riescano a rintracciare il ladro. Quindi, anche se la macchina fotografica registra solo il crimine – piuttosto che prevenirlo – A? comunque prezioso.