Escursionismo – Cose da tenere sempre nello zaino

0
797

Introduzione
Quando si va in montagna si deve sempre effettuare una scelta delle cose piA? o meno necessarie da portare con se nello zaino. Anche se gli accessori e l’abbigliamento da portarsi dietro dipendono in prevalenza dalle esigenze personali e dal tipo di escursione programmata, ve ne sono alcuni obbligatori da avere sempre nello zaino, indispensabili per risolvere situazioni d’emergenze che potrebbero verificarsi.

Alcuni di questi accessori potrebbero sembrare non necessari tuttavia A? bene averli nello zaino in quanto in montagna la situazione meteorologica puA? variare repentinamente e l’escursionista deve essere pronto ad affrontare pioggia, freddo, vento e altre condizioni fastidiose e pericolose.
Anche per chi effettua solo escursioni facili e di brevissima durata (3,4 ore) non essere equipaggiati al meglio puA? trasformare un’uscita piacevole in un brutto ricordo. A? bene inoltre ricordare che la temperatura in montagna durante la notte puA? scendere di parecchi gradi anche nei mesi estivi. Il forte vento, soprattutto se ci si trova in zone molto esposte, riduce ulteriormente la temperatura (fenomeno del wind kill factor).

Occhiali da sole
Gli occhiali da sole offrono una protezione contro i raggi UVA e UVB che in alta quota e soprattutto in presenza di neve possono provocare fastidio e irritazioni anche piA? gravi agli occhi.

Crema protettiva
Anche se non ne sentite il bisogno perchA? il cielo A? in parte coperto A? bene usare della crema anti UV su tutte le parti scoperte del corpo per prevenire scottature. Ve ne sono anche per le labbra.

Giacca impermeabile
La giacca impermeabile A? un capo indispensabile da avere sempre in fondo allo zaino. La pioggia puA? arrivare all’improvviso anche in una bella giornata di sole ed essere bagnati in congiunzione, nei casi peggiori, a vento o freddo puA? essere molto pericoloso. La giacca impermeabile inoltre offre una buona protezione anche dal vento riducendo il fenomeno del wind kill factor.
Le piA? diffuse tra gli escursionisti sono quelle in Gore-Tex, che hanno la caratteristica di essere impermeabili e traspiranti. Inoltre sono poco ingombranti e leggere. Il Gore tex XCR mantiene piA? a lungo la sua impermeabilitAi?? ed A? piA? leggero. In mancanza di questi particolari tessuti impermeabili A? bene avere almeno un kyway economico, anche se questo provocherAi?? una forte sudorazione nel caso in cui siamo in movimento.

Sovra pantaloni impermeabili/ghette
I sovra pantaloni impermeabili garantiscono protezione contro pioggia, vento e infiltrazioni d’acqua negli scarponi. In mancanza di sovra pantaloni impermeabili se piove forte in direzione obliqua vi ritroverete con i pantaloni e i piedi completamente bagnati(l’acqua passa da sopra gli scarponi). Anche camminando nell’erba alta bagnata c’A? un forte rischio di infiltrazioni d’acqua negli scarponi. Se gli scarponi sono impermeabili e vi entra dell’acqua vi sarAi?? l’effetto “piscina” molto fastidioso. Ne esistono modelli in gore tex o in semplice plastica. Alcuni modelli hanno zip laterali (impermeabilizzate) completamente apribili che permettono di indossarli anche con i ramponi indosso.
Le ghette offrono ulteriore sicurezza contro l’infiltrazione di acqua o neve negli scarponi. Ne esistono anche qui modelli in Gore tex o modelli piA? economici. Indispensabili in caso di escursionismo invernale.

Cambio
Si dovrebbe sempre portare un cambio, conservato in busta impermeabile, nello zaino. Se si A? sudati o nel caso peggiore bagnati avere un cambio asciutto A? sempre confortevole e in alcuni casi vitale.
Il cambio dovrebbe essere costituito da almeno una maglietta intima. In aggiunta si dovrebbero portare mutande, calzettoni, un micropile e un pantalone leggero, tutti capi leggerissimi e di ingombro minimo.

Cassetta di pronto soccorso
Il kit medico dovrebbe essere sempre portato con noi perchA? gli incidenti e i pericoli in montagna possono accadere a chiunque e anche nelle gite piA? facili. A? nostro dovere inoltre soccorrere chi si trova in difficoltAi?? chiamando aiuto e prestando i primi soccorsi.
La cassetta di pronto soccorso dovrebbe contenere almeno cotone, garze e cerotti (importanti in montagna quelli antivesciche), acqua ossigenata, aspirina, ammoniaca (contro le punture di insetto), laccio emostatico, succhia veleno.
Da non dimenticare mai il succhia veleno (vitale in caso di morso di vipera) e i cerotti antivescica (indispensabili per poter continuare l’escursione in caso di formazione di vescica al piede).
Per ulteriori informazioni consultare l’articolo “kit di pronto soccorso”.

Coperta termica di emergenza
Da usarsi in caso di emergenza, si tratta di una coperta in alluminio leggerissima (60 grammi) e dell’ingombro ridottissimo che offre buona protezione contro il freddo o il caldo, ripara inoltre da vento e pioggia. Da non togliere mai dallo zaino. Non deve perA? essere utilizzata durante i temporali.

Torcia
Una torcia di emergenza dovrebbe avere le seguenti caratteristiche: essere leggera e piccola, impermeabile e resistente agli urti, avere una buona autonomia, garantire una discreta luce per potersi muovere con sicurezza di notte (montare la tenda, leggere la mappa e muoversi sul terreno) ma soprattutto essere molto affidabile. Se vi si fulmina la lampadina non vi servirAi?? a nulla. Allo stesso modo una torcia che illumini fino a 100 metri di distanza ma con un autonomia di un ora non deve essere presa in considerazione. Da preferire sono le torce che si possono montare in testa con un elastico che permettono di avere le mani libere.

Bussola
In caso di nebbia o di scarsa visibilitAi?? dovuta ad altri fenomeni A? indispensabile avere la bussola per potersi orientare. La bussola deve essere sempre portata nello zaino e preferibilmente abbinata a una mappa topografica. Il GPS non deve assolutamente sostituire totalmente la bussola anche perchA? essendo uno strumento a batterie potrebbe abbandonarvi nel momento di maggiore bisogno.
Tra i modelli di bussola A? meglio sceglierne una di marca buona. Ricordiamoci che sbagliare la direzione di marcia con la nebbia o in mezzo a una tormenta potrebbe farvi trovare in situazioni di pericolo, quindi la bussola deve essere robusta, chiara, affidabile e di facile utilizzo.

Coltello
Un coltello multiuso deve essere sempre portato nello zaino. Utile sia per varie situazioni che per emergenza e soccorso. Da preferire i modelli robusti e con molti accessori. Per le situazioni di emergenza invece sono consigliabili i modelli che si possono aprire con una mano sola.

Mascherone
Il mascherone chiuso deve essere portato nello zaino solo se praticate la montagna d’inverno. Vi permette di proteggere gli occhi in caso di tormenta.

Passa montagna
Il passamontagna A? utile soprattutto in inverno in alta quota per riparare dal freddo. In caso di tormenta A? meglio abbinarlo a una maschera facciale in polipropilene.